fbpx
HomeEccellenzAAChe sapore hanno i ricordi: l'intervista a Chiara Caruso di Cafè Merenda

Che sapore hanno i ricordi: l’intervista a Chiara Caruso di Cafè Merenda

Ciao Chiara! Tutti più o meno sanno che nasci del mondo dei blog ma non molti conoscono i tuoi precedenti percorsi accademici, prima dei dolci cosa c’era?

C’era l’arte! Con la sua storia, la sua bellezza e in particolare il suo restauro, pensa che ho anche insegnato nelle scuole! Diciamo che la bellezza è sempre stata un po’ il filo rosso che lega tutti i tasselli della mia vita da quando ne ho memoria. 

Oggi la bellezza è un argomento tanto discusso ma poco praticato. Saper vedere l’estetica in un abbraccio. Bellezza è il profumo del burro, l’impasto che lievita, è un abbraccio che fa crollare tutte le difese, è il tempo condiviso, è un sorriso.

Ma la tua passione per il food che origine ha? È nata all’improvviso o c’è sempre stata?

Più che una passione è un amore, non è una fiammata che brucia veloce è un lento fuoco di caminetto alimentato ogni giorno legnetto dopo legnetto. Quel fuoco per me si è acceso guardando le mie nonne. Ne rimanevo affascinata. Il profumo dell’impasto, i suoni, gli attrezzi da cucina, le loro mani. Forse è per questo che sono così legata al concetto di “casa” e “famiglia” per i miei dolci. La capacità di mettere insieme degli ingredienti che riescono a smuovere ricordi e sentimenti profondi nelle persone.

cafe merenda, torta

Questo è il quarto anno di vita di Cafè Merenda, premi e menzioni in tutte le più importanti guide e testate di settore, come ci si sente ad avere questo piccolo gioiello tra le mani?

Hai detto bene, piccolo! La verità è che quando ho aperto Cafè Merenda mi sono imposta una cosa: non avrei mai detto la parola PURTROPPO. Lo spazio era piccolo e le ambizioni grandi, tra le mie più grandi soddisfazioni c’è quella di non essere scesa a compromessi sulla qualità degli ingredienti e sul non semplificare i processi per aumentare le produzioni. L’altra grande, forse ancora più grande, soddisfazione è certamente quella di aver ricreato una piccola comunità unita, una famiglia, in una città che non è neanche la mia (sono di Palermo). Cafè Merenda è diventato un luogo dove le persone passano anche solo per un saluto, dove ti vengono a portare i parenti o gli amici ‘da fuori’. Abbiamo fatto scelte rischiose e coraggiose, ma quelle si sa, per amore si fanno! Abbiamo proposto pane e marmellata, abbiamo proposto i minestroni a pranzo, ed è successa la magia: ci hanno capiti davvero.

In questo momento però, Cafè Merenda è chiuso al pubblico come da decreto. Come stai vivendo questo momento delicato e come ti stai preparando alla riapertura?

Comincio col dire che sono fortunata e sono grata delle persone che ho intorno. I miei collaboratori, i miei colleghi, i fornitori e i miei clienti hanno veramente fatto la differenza per Cafè Merenda in queste ultime due settimane. Con l’agenzia che mi segue abbiamo deciso di buttarci sul digitale per non abbandonare la comunità di Cafè Merenda e con mia grande sorpresa abbiamo scoperto che i nostri clienti sono molto più tecnologici di quanto pensassimo e ci hanno veramente permesso di continuare a lavorare con il solo laboratorio e addirittura arrivare ai servizi di delivery!

Abbiamo creato una newsletter dove abbiamo inviato la ricetta della mia Chiffon Cake, la torta da colazione preferita dalla maggior parte dei miei clienti, l’idea era di sentirci più vicini, di dare anche noi un piccolo contributo alla comunità che adesso si trova a casa e la colazione è diventata veramente un momento di condivisione tra le famiglie. La reazione degli utenti ci ha commosso, si sono iscritti in tantissimi, si sono cimentati nella torta e ci hanno riempito di messaggi d’affetto, di gioia e sono stati proprio loro a chiederci in tutti i modi di effettuare il delivery.

Quando ti infondono tutto questo amore che fai? Li deludi? Quindi ci siamo riprogrammati e stiamo facendo grandi progetti. Questa comunità digitale ci ha preso in contropiede e ci ha travolto di energia e affetto, non vediamo l’ora di fare e scoprire tutto!

cafè merenda, dolci da credenza

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Maagna Stories