fbpx
HomeEccellenzAACreatività & Artigianato: l’Otaleg di Marco Radicioni!

Creatività & Artigianato: l’Otaleg di Marco Radicioni!

Ciao Marco! Come posso chiamarti, imprenditore, ristoratore..?

A-R-T-I-G-I-A-N-O! Il mondo è diviso in due parti, chi lavora per profitto e chi per passione, io sono artigiano per passione! Ho avuto un percorso assolutamente non lineare, sono stato un culturista, un allenatore, proprietario di una palestra, non sapevo nulla di commercio, poi un catering e mille altre storie nel mezzo, ma il filo rosso è sempre stato il gelato.

Quando ero un atleta ed ero sotto un regime alimentare durissimo tutti i miei sgarri erano il gelato! È sempre stato un po’ la mia costante, il mio boccino, e a 40 anni mi sono aperto la mia gelateria.

Quando ho aperto a Monteverde ho passato i primi due anni sull’orlo del fallimento, con giornate in cui si chiudeva la cassa anche con 50€, pensavo seriamente di aver fallito e di dover chiudere. Poi un giorno Giancarlo (il proprietario de La Gatta Mangiona) mi disse che dovevo “avere fiducia nel quartiere”, che a forza di menzioni e articoli sarebbero diventati curiosi anche loro ed effettivamente così è stato. Roma è piena di persone che leggono articoli e classifiche, alcuni per reale interesse e curiosità e altri solo per status…

coppetta Otaleg

Ma oltre ad essere il tuo personale filo rosso, che cos’è il gelato?

Il gelato per me è pura filosofia. E potrei fare solo quello perchè tra il momento in cui lo penso e in cui lo posso assaggiare deve passare il minor tempo possibile. Per carità, io poi ho scelto di utilizzare i sistemi più lenti che esistono per realizzare il gelato (ma quella è un’altra storia… diciamo che ne ho provati tanti ma è l’unico con cui riesco a esprimermi) ti basti pensare che la maggior parte dei miei amici sono panettieri, perchè attacchiamo insieme alle 3! Potrei attaccare anche più tardi ma la notte ci sono più idee perchè la gente dormendo non te le ruba!

Io devo ancora inventare IL fior di latte… sai, l’archetipo del fior di latte! Il fior di latte è il gelato nudo ed è la cosa più difficile del mondo, e io ogni giorno riparto da quello, che diventa evoluzione creativa in laboratorio ma anche ricerca nei singoli fornitori, esplorazione, esercizio.

Io vorrei cambiare tutto ogni giorno e solo il gelato ha l’immediatezza e la versatilità da potermelo permettere.

Otaleg, il gelato di Marco Radicioni

Cosa pensi di questo momento, di come stanno reagendo le persone e come sta reagendo Otaleg?

Questa corsa alle farine, alle materie prime la trovo assolutamente positiva. Fare le cose è sempre bello, muovere le mani e creare e mangiare quello che hai pensato può essere sempre e solo una cosa positiva.

Otaleg non vede l’ora di riaprire ed ha quasi finito i lavori per il nuovo punto vendita che apriremo a Monteverde. Sarà un Otaleg diverso perchè oltre al gelato avrà anche uno spazio dedicato al caffè (stiamo facendo delle ricerche incredibili tra le torrefazioni e sono molto innamorato!) ed uno dedicato alla pasticceria con dolci da credenza che stiamo studiando. Non posso dirvi di più ma sarà tutto in armonia, anche perchè di disarmonico ci sono io!

Marco Radicioni e il suo gelato19

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Maagna Stories